Dimagrire usando la testa

CHE COS’E’ LA DIETA?

Da sempre il termine “dieta” è stato associato a regimi alimentari dimagranti, tipicamente ipocalorici e restrittivi, per cui la “dieta” è sempre stata intesa come privazione e sacrificio necessari per poter raggiungere il peso forma.

Al contrario la parola dieta che deriva dal greco “diaita” vuol dire “modo di vivere”, perché si, la dieta è uno stile di vita, che oltre ad abbinarsi ad abitudini alimentari corrette include l’attività fisica.

Non esiste una dieta preconfezionata, che sia uguale per tutti e sia valida in tutte le situazioni: la variabilità individuale è determinata molteplici fattori come età, sesso e attività lavorativa ma anche dalle caratteristiche costituzionali che influiscono sul nostro organismo e sul nostro metabolismo.

La dieta è dunque “AD PERSONAM”.

La dieta ideale però non è solo quella che soddisfa il nostro fabbisogno energetico, ma è anche quella che appaga i nostri sensi, che non stravolge completamente le nostre abitudini alimentari, è quella che non si limita ad essere fatta di calcoli sterili, di percentuali e calorie giornaliere, ma deve soddisfare i gusti di ciascuno di noi preservando tradizione convivialità e stagionalità.

DIMAGRIRE CON LA TESTA

La lotta con i chilogrammi di troppo affligge e condiziona sempre più persone, che risultano essere disposte a tutto pur di perdere peso e di farlo in fretta.  Chi è sovrappeso raramente intraprende un unico percorso di dimagrimento che si rivelerà risolutivo, ma si perde in svariati tentativi di dieta, che portano a risultati parziali e non duraturi. Questo nella maggior parte dei casi non solo non comporta una corretta perdita dei chili di troppo, ma al contrario provoca continue oscillazioni di peso, note come “effetto yo-yo”. Molto spesso questo si verifica perché ci si affida a diete “fai da te” che oltre ad essere infruttuose possono essere addirittura dannose.

Decidere di mettersi a dieta vuol dire prendersi cura di sé e per perdere peso servono tempo e costanza, per cui dimagrire è possibile ma bisogna farlo cominciando dalla testa.

Ricordate che: nessuna dieta funziona se il cervello non collabora! E allora come possiamo dimagrire usando la testa?  Ecco alcuni punti chiave:

La dieta deve essere intesa come uno “stile di vita”. La prima cosa da capire e fare propria è che la dieta non ci lascerà mai ma semplicemente nel tempo diventerà uno stile di vita che ci permetterà una volta aver perso il grasso in eccesso di concederci qualche piccolo peccato di gola in più.

La dieta che funziona è quella che si riesce a fare.  Oggigiorno, la nutrizione personalizzata ci permette di cucire idealmente addosso a ciascuno di noi una dieta che sia sostenibile, accettabile e concordata in modo tale da garantirci la possibilità di poter intraprendere e sostenere al meglio un percorso di dimagrimento.

La bilancia non è tutto. Lo ripeto sempre ai miei pazienti: il peso è solo un numero! pertanto è inutile concentrarsi sulla bilancia e scoraggiarsi se almeno all’apparenza non risponde alla dieta. Questo può verificarsi perché non necessariamente la riduzione del grasso corporeo, correla con la velocità dei chilogrammi persi. Questo non accade ad esempio se la persona pratica sport e incrementa positivamente la sua massa muscolare o se la persona è disidratata e inizialmente deve colmare un deficit di liquidi corporei. E’ importante affidarsi ad altri strumenti di valutazione a partire dal più semplice centimetro da sarto fino ad arrivare all’ utilizzo di metodologie all’avanguardia che permettono lo studio della composizione corporea.

La dieta deve tener conto del piacere. Bisogna tenere in considerazione gli aspetti psicologici del rapporto con il cibo, che per tutti noi è piacere. Una dieta affinché sia efficace ed abbia successo deve preservare il piacere per cui il punto fondamentale è: “se me lo concedo posso rinunciarvi”. Se mi astengo fortemente da un qualcosa che mi crea piacere, come il cibo, non farò altro che aumentare il desiderio verso di esso; al contrario se mi concedo dei piccoli momenti di piacere anche quando sono a dieta, come mangiare un gelato oppure bere una birra, riuscirò piano piano a rinunciarvi senza fatica.

In ogni dieta deve esserci un pasto libero. Il pasto libero è funzionale al corpo, evitando flessioni del metabolismo, e alla mente, concedendo una “boccata d’aria” alla dieta.

Individuare gli alimenti “scatenanti”. Ci sono alimenti ai quali, alcuni di noi, non riescono a resistere e sono i cosiddetti alimenti “scatenanti”. Sono cibi che creano dipendenza e possono generare compulsione: un pacco di biscotti aperto, una tavoletta di cioccolata potrebbero scatenare abbuffate. Pertanto se un alimento viene riconosciuto dalla persona come scatenante, deve essere almeno all’inizio eliminato dall’ alimentazione per non “cadere in tentazione” e rafforzare la propria volontà.

Le scivolate si perdonano. Se cediamo ad una tentazione, perdoniamoci e andiamo avanti!

Dieta e attività fisica, un legame imprescindibile. Per poter perdere peso è necessario aumentare il dispendio energetico, ma i benefici di una costante attività fisica vanno ben oltre il mero consumo calorico. L’esercizio fisico è la nostra medicina naturale, un farmaco a basso costo che ci permette di migliorare la qualità della nostra vita poiché è in grado di migliorare il tono dell’umore agendo sull’ aumento dei livelli di serotonina dopamina e noradrenalina, aumentando la memoria a lungo termine, favorendo la genesi di nuove cellule nervose e prevenendo l’ invecchiamento cerebrale.

In conclusione, il segreto è solo uno: cambiare stile di vita!

Fitness Tradizionale vs Medical Fitness

Per quale motivo nasce il Medical Fitness?

Medical Fitness nasce per aiutare tutte le persone demotivate, pigre, insoddisfatte del proprio stato di benessere psico-fisico a cambiare stile vita e mantenerlo nel tempo, affinché possano vivere bene il più a lungo possibile grazie ad una migliore qualità della vita.

Le nostre 4 abitudini: allenamento fisico, nutrizione funzionale, tecniche di relax e meditazione e integrazione naturale!!

Ma quale è il primo  ingrediente magico della nostra ricetta? LA PRESCRIZIONE MEDICA!!

Spesso pensiamo che non serva un medico per sapere come allenarsi o quali abitudini inserire nella quotidianità, ma in realtà non è così!

Quali sono le peculiarità del Medical Fitness Terme Pompeo.

La prescrizione dello stile di vita come farmaco è una grande rivoluzione sia per i soggetti patologici che finalmente hanno la possibilità di curarsi anche tramite uno stile di vita salutare, sia per i soggetti in buono stato di salute, in termini di prevenzione e di potenziamento della stato attuale, con lo scopo di ottenere un miglioramento significativo della qualità della vita.

In Medical Fitness Terme Pompeo ci prendiamo cura della tua salute attraverso:

  1. Un metodo scientifico, fatto di misurazioni che ti consentono di toccare con mano i risultati;
  2. Una relazione continua che puoi costruire con tutto il team di wellness coach che ti affiancheranno e ti prenderanno per mano in questo percorso, affinché tu possa lavorare sulla motivazione, determinazione e costanza.

Anziché continuare a condurre uno stile di vita sedentario o a svolgere attività fisica generica, oggi hai finalmente l’occasione di scegliere un percorso educativo per cambiare il tuo stile di vita con più salute e meno errori nel tuo allenamento.

Oggi possiamo finalmente avere l’occasione di scegliere l’unico allenamento con controllo medico del DNA, di scoprire quali abitudini ci consentono di accendere i geni buoni e silenziare quelli cattivi, di avere una guida che ci accompagni mano per mano in questo percorso di cambiamento.

 

Allenamento e autostima

L’allenamento fisico aumenta il livello di autostima?

Fino ad ora hai pensato che l’allenamento fisico fosse per chi vuole definire i muscoli, puntare all’estetica o postare la tartaruga sui social; prendi in giro coloro che anche il sabato e la domenica dedicano qualche ora allo sport e l’unico modo che hai per aumentare il tuo livello di autostima è fare shopping, andare dal parrucchiere o vedere una partita di calcio?
Devi sapere che esistono almeno dieci motivi per cui un allenamento fisico costante e programmato può rappresentare per te un alleato che ti farà ottenere la vera autostima, né temporanea e né tantomeno illusoria!!

  • L’allenamento aumenta il livello di endorfine, dà piacere e produce l’ormone della felicità.
  • È fatto di piccoli obiettivi da raggiungere.
  • Ti mette in contatto con una giusta rete sociale.
  • Elimina le distrazioni, quindi ti fa concentrare su te stesso e non ti allontana dal tuo obiettivo.
  • Migliora il tuo livello di salute e quindi diventi automaticamente più libero.
  • Ti pone davanti a nuove sfide, con i risultati che vengono monitorati e celebrati, permettendoti di credere di più nelle tue potenzialità.
  • Riduce gli stati di stress, pertanto ti aiuta ad essere più ottimista.
  • Ti permette di avere un piccolo scopo ogni giorno.
  • Ti fa guadagnare la costanza: specialmente se sei seguito da un wellness coach riuscirai non solo a rendere l’allenamento un’abitudine quotidiana ma ad avere più perseveranza nel perseguire i tuoi obiettivi.
  • Ti fa guadagnare determinazione: se mantieni la costanza riesci infatti a dimostrare a te stesso che, con fatica e voglia di fare, riesci a superare i tuoi limiti, ad ottenere ciò che vuoi, a fidarti di più di te stesso.

Se avverti che il tuo livello di autostima è piuttosto basso, questi elencati sono dieci buoni motivi per migliorare la qualità della tua vita attraverso l’allenamento fisico, ma bada bene ad essere seguito, a creare un’alleanza con il wellness coach che può lavorare sulla tua motivazione, sulla costanza e sulla determinazione. Misurando i risultati nel tempo avrai davanti a te sempre nuove sfide da superare e crederai di più in te stesso.
Controlla sempre che ci sia la presenza del personale medico a monitorare i tuoi allenamenti e vedrai che, guadagnando in salute, sarai in un totale stato di libertà da disturbi, impedimenti e stress.

Corri al Medical Fitness Terme Pompeo e prenota la tua consulenza gratuita.

Quanto tempo occorre per creare una nuova abitudine e poter dire “sono cambiato”?

Quanto tempo occorre per creare una nuova abitudine e poter dire “sono cambiato”?

Ti è capitato di avere paura di non farcela, di non avere abbastanza fiducia in te stesso per affrontare un cambiamento, di essere rimasto focalizzato su quello che non volevamo diventare piuttosto che su cosa vogliamo veramente ottenere?

Se conosci esattamente il tuo obiettivo non ti resta che credere in te stesso!

Phillippa Lally, una ricercatrice di Psicologia della salute presso l’University College di Londra, nel 2009 ha pubblicato sull’European Journal of Social Psychology, uno studio riguardo le abitudini di 96 persone in un periodo di 12 settimane; ogni persona nel test ha scelto di inserire una nuova abitudine nella sua giornata ad esempio bere una bottiglia d’acqua a pranzo, correre 15 minuti prima di cena…

Terminato il periodo di 3 mesi il team di ricerca ha analizzato i dati per capire quanto tempo impiegava effettivamente ogni persona a trasformare quel comportamento in abitudine e quale è stato il risultato?

Un periodo di 66 giorni in media!

Ovvero dopo una media di 66 giorni il comportamento non richiedeva più una pianificazione ma era diventato AUTOMATICO. Il modo in cui un comportamento si trasforma in abitudine è costituito da 3 fasi:

FASE 1: START UP

Questa è la fase della sostituzione! Già QUALCHE SETTIMANA FA TI ABBIAMO SPIEGATO CHE è IMPOSSIBILE cancellare improvvisamente le abitudini sbagliate e che quindi conviene sostituirle, in questa fase la motivazione è alta e i risultati non tardano ad arrivare.

FASE 2: RESISTENZA

Questa è la fase più critica: non hai ancora abbandonato del tutto la vecchia abitudine e la nuova è lontana dall’essere diventata un comportamento automatico. C’è un grandissimo rischio di ricadere nelle vecchie abitudini e ritornare nella condizione di rassegnazione o frustrazione. La motivazione rischia di svanire perché i risultati diventano più difficili da raggiungere. E’ il momento in cui fare le seguenti cose:

  • Ricordarti della vera e profonda ragione per cui fai questo.
  • Circondarti di persone con cui creare alleanze.
  • Non fare dei salti, ma punta a dei rituali che ti permettano di lavorare un passo alla volta, gratificandoti per ogni piccolo risultato.

FASE 3: STABILIZZAZIONE

Il nuovo schema diventa più forte e si consolida nelle tue connessioni neurali. Devi sempre “ricordarti di farlo”, ma ogni tanto ti accorgi che la cosa sta diventando più automatica, un po’ come lavarti i denti dopo mangiato o metterti le scarpe prima di uscire di casa.

Una scoperta della ricerca che ti stupirà è che non devi importi a tutti i costi di non commettere errori o di sentirti in colpa per uno sbaglio: infatti  “gli errori nell’eseguire il comportamento che ci si era prefissati non incide sensibilmente sul processo di formazione delle abitudini.”
In altre parole, non importa se sbagli durante il processo di cambiamento o creazione dell’abitudine. Costruire abitudini migliori non è un processo facile e gli errori son da mettere in conto.

Quindi il segreto è non giudicarti, non colpevolizzarti ma accogli i sentimenti che hai in quel momento e vai avanti ricordandoti della ragione per cui stai affrontando questo cambiamento.

Se vuoi un valido supporto per realizzare il tuo cambiamento, sostituire abitudini errate con abitudini vincenti, migliorare il tuo stile di vita e vivere bene il più a lungo possibile ti aspettiamo in Medical Fitness per una consulenza gratuita dove insieme costruiremo il tuo progetto di salute, mostrandoti come metterlo in pratica e come mantenerlo nel tempo!!

Stile di vita sedentrio? – Wellness Coach!

Ti è mai capitato di andare su internet per cercare le soluzioni per ogni tipo di disturbo? Mal di schiena, gonfiore addominale, mal di testa, ed il risultato?

Chiudi tutto e fai i debiti scongiuri visto che sicuramente non ne uscirai!

Non ti affidare al Dottor Google! Non che ci sia qualcosa di errato nell’avere tutte le soluzioni, ma sono quelle adatte a te o ad altri milioni di persone? Se finora i dolori alla schiena, le gambe pesanti e i chili di troppo ti hanno assalito, non sarai vittima di uno stile di vita sedentario?

Hai provato di tutto, qualche dieta fai da te o l’ultimo rivoluzionario corso di fitness che ti fa bruciare calorie, ma ti sei sentito ancora insoddisfatto o non completamente realizzato.
Dopo un mese hai abbandonato l’idea di cambiare e non hai fatto altro che cercare su internet le soluzioni per il tuo malessere senza arrivare mai ad una soluzione definitiva e, morale della storia?
Stai invecchiando più velocemente proprio a causa del tuo stile di vita!!

Questo solo perché hai scarsa fiducia in te stesso ma anche in chi finora ti ha dato consigli e di conseguenza hai pensato che fosse impossibile avere una vera guida, un esperto che dedicasse il suo tempo e le sue energie  a darti un supporto di valore per migliorare il tuo stile di vita; hai letto di tanti professionisti che ai tuoi occhi  risultano  “venditori”  che vogliono “appiopparti” qualcosa che non ti convince! Il risultato?

Non hai mai trovato qualcuno che invece ti permettesse di farcela, di non mollare alle prime difficoltà: in poche parole nessuno fin ad ora ha lavorato sulla tua motivazione!

10 motivi per cui rivolgersi ad un Wellness Coach!

Prima di strutturare un progetto di allenamento fisico ecco di seguito elencati 10 buoni motivi per rivolgersi ad un wellness coach: che approfondisce i tuoi bisogni più profondi e lavora sulla tua motivazione:

  • Motivazione: il coach non è semplicemente un istruttore: analizza i tuoi bisogno più profondi, fa leva sulle tue emozioni e ti guida in un percorso di miglioramento anche soggettivo, aumentando il tuo grado di autostima e tenendo alta la tua motivazione.
  • Personalizzazione: i programmi seguiti da un wellness coach non sono corsi fitness, schede di allenamento o prescrizione di pesi massimi per trasformarti in un atleta: il coach ti guida in un programma educativo di allenamento che si basa sulle tue caratteristiche ed esigenze psicofisiche, sui tuoi bisogni e sulla tua storia personale, senza soffermarsi al corpo ma lavorando anche sull’allenamento del cervello.
  • Costanza: il coach lavora sulle tue abitudini ed è costantemente orientato ai bisogno: il coach ti prescrive rituali da ripetere affinché un comportamento si trasformi in abitudine e ti faccia passare da una fase di pigrizia ad uno stato di perseveranza.
  • Relazione: il coach non impone, non comunica in modo unidirezionale: il coach guida e ascolta, instaurando con te una relazione di valore che ti porta ad apprezzare un valido aiuto, che ti fa guardare dentro e riscoprire una fiducia in te stesso e negli altri.
  • Monitoraggio: il coach monitora nel tempo: e no solo i risultati ma i bisogni, che nel tempo variano, diventano più forti o più deboli, cambiano prospettiva, così come il tuo livello di soddisfazione, agendo in modo tempestivo in caso di alert.
  • Misurazione: un wellness coach si basa su evidenze scientifiche: utilizza strumenti di misurazione con validità medico scientifica: si avvale della relazione con figure professionali come medici dello sport, biologi nutrizionisti, esperti in scienze dell’alimentazione per supportarti in un percorso di miglioramento dl tuo stato di salute.
  • Sicurezza: il wellness coach è certificato: solo laureati in scienze motorie e competenti che ti permettono di cambiare le tue abitudini a prescindere dal tuo stato di salute e anche in programmi di riabilitazione o in presenza di patologie.
  • Affidabilità: il coach non abbandona mai ne te ne lo studio, è in continua formazione, è costantemente aggiornato e ti coinvolge in tutte le novità che possano darti ulteriori stimoli.
  • Esperienza: un wellness coach non è l’ultimo personal trainer arrivato nel centro. È un coach certificato, competente e con un elevato numero di casi e di successi alle spalle.
  • Prestazione: un coach ti permette di raggiungere uno stato di salute ottimale e lo fa facendoti risparmiare tempo e denaro: i migliori risultati nel minor tempo possibile.

Sono cambiamenti solo se spaventano – Come AFFRONTARE un cambiamento

Sono cambiamenti solo se spaventano

Se ti chiedessimo cos’è per te un CAMBIAMENTO, cosa ti verrebbe in mente?

Beh se pensandoci bene ti sentissi BLOCCATO, è proprio a te che ci rivolgiamo, per parlarti di cosa ci ferma al pensiero di affrontare un cambiamento nel proprio stile di vita.

Ti è mai capitato di dire o di pensare: “Basta, non ce la faccio più”? E hai fatto caso che sei stato attraversato da questa sensazione in un preciso momento, magari quando hai provato ad abbottonare i jeans e non ci sei riuscito?

Negli articoli precedenti abbiamo parlato di motivazione, di pigrizia e di come superarla ed oggi siamo qui per riflettere sul perché spesso non riesci a generare un cambiamento, magari per la paura di dover uscire dalla tua zona di comfort o ancora perché sai già che fallirai non essendo un tipo costante.

Pensa  se ti venisse proposto  di cambiare posto a tavola, dormire dall’altro lato del letto, lavare i denti con la mano sinistra oppure fare 5 minuti di stretching ogni mattina al risveglio… Sicuramente non ti costerebbe nulla, eppure, non sappiamo perché, ma siamo sicure che non lo faresti poiché è scomodo e perché ti allontana dalle tua abitudini ben radicate.

Beh se non riesci a cambiare posto a tavola come pensi di riuscire a cambiare magicamente abitudini per migliorare la qualità della tua vita?

E allora mettiamoci subito al lavoro e proviamo a capire insieme come si affronta la paura di generare un cambiamento nella tua vita:

se ti senti demotivato e insoddisfatto per il tuo stile di vita, per come affronti il lavoro, le relazioni o per qualsiasi causa possa generare in te insoddisfazione, non c’è nessun vantaggio nel rimanere fermi nella condizione attuale; si è vero, attraverserai fasi di crisi, confusione, indecisione, ma quale grande uomo nella storia non ha attraversato fasi di crisi e difficoltà prima di essere riuscito a cambiare il mondo?

Come AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO

Quali sono i 5 step per affrontare la paura di cambiare stile di vita?

Non sarà facile e neanche troppo divertente all’inizio ma se ci seguirai siamo sicure che l’unico rischio che corri è quello di vivere una vita straordinaria.

E parliamo proprio a te che sei abituato a dire: “ma io sono così di carattere, non voglio perdere tempo” e ti rassegni perché pensi che non riuscirai mai a cambiare, oppure “voglio tutto e subito” e ti disperi perché i risultati non arrivano in 24 ore di tempo.

Allora tiriamoci su le maniche, prendiamo consapevolezza che senza fatica non c’è progresso e ricordiamoci sempre la vera ragione per cui sentiamo la necessità di cambiare: la focalizzazione sull’obiettivo renderà il tutto più semplice!!

Fase 1. CONSAPEVOLEZZA: che in sostanza è l’Analisi della situazione attuale:

analizza attentamente cosa non va nella tua quotidianità, nel tuo stile di vita attuale, cosa non ti rende felice o ti crea stress e insoddisfazione, se ti può aiutare scrivilo su un diario: già questo è un piccolo step per accettare la condizione attuale e trovare la motivazione per attivare un cambiamento.
Conosci te stesso, diceva Socrate, e mettiti in gioco

Fase 2: CRISI: superare la paura di fallire, come?

Accettando gli sbagli, il segreto sta proprio nel non colpevolizzarti nel momento in cui commetti un errore. Ricordati la vera causa per cui stai cambiando, riprendi la lista che hai scritto nel diario, l’errore più grande che puoi commettere in questa fase sarebbe quello di abbandonare l’impresa perché pensi di aver sbagliato strada. La cosa veramente importante è non ripetere sempre gli stessi errori.

Quindi se hai iniziato una dieta e ti capita di non rispettala un giorno non colpevolizzarti: giudicarti farà diminuire il tuo livello di autostima.

Fase 3: ATTESA: impara a non aspettarti nulla:

ti sei accontentato fino ad ora di vivere a metà quindi se i risultati non arrivano subito abbi pazienza e tieni duro: se hai deciso di cambiare è perché la tua condizione attuale non ti gratifica, pertanto sappi attendere una gratificazione a lungo termine.

Impara a ripetere come un rituale le nuove azioni, solo così diventeranno abitudini e il cambiamento avverrà in automatico

Fase 4: CELEBRAZIONE: Riconosci i piccoli successi:

devi celebrare ogni piccolo risultato, anche minimo, che ottieni: facciamo conto che tu abbia iniziato un percorso nutrizionale e di allenamento fisico per perdere peso perché non ne puoi più di portare tuo figlio a scuola e di farti guardare da tutti i compagni di classe perché sei in sovrappeso. Anche il minimo risultato, che può essere semplicemente riuscire a salire le scale con meno fatica, deve essere celebrato.

Fase 5: MANTENIMENTO: Che successo!

Se sei riuscito a cambiare le tue abitudini, ad inserire dei nuovi rituali, ad uscire dalla zona di confort e a saper riconoscere gli errori senza colpevolizzarti ora devi mantenere i comportamenti nel tempo. È arrivato il momento di gratificarti dei risultati raggiunti e di prefissarti, di volta in volta, una nuova sfida: ce l’hai fatta nella fase di crisi ora inizia la fase di discesa, hai consapevolezza che con le tue forze puoi ottenere ciò che può renderti felice, devi solo ripetertelo e non smettere di amare le sfide, di dare il meglio di te, insomma di vivere al massimo delle tue potenzialità!

In Medical Fitness Terme Pompeo non trovi improvvisazione ma solo PROGRAMMI EDUCATIVI di allenamento fisico e psichico, che ti aiutano ad affrontare i cambiamenti grazie all’affiancamento dei nostri Wellness coach, delle misurazioni dei risultati che ti aiuteranno a credere di più in te stesso e porti nuove sfide, a creare relazioni di valore.

L’ANIMA crea dipendeza. – Scegli bene dove allenarti!!

L’ANIMA CREA DIPENDENZA

Ciao oggi siamo qui per parlarti di come le abitudini vincenti di cui ti abbiamo parlato nei video precedenti abbiano aiutato tante persone a migliorare la qualità della loro vita e a costruire una nuova versione di se.

Le frasi che sentiamo dire di più da chi sta sperimentando su di se la costruzione delle abitudini ANIMA grazie al nostro programma Medical Personal Fitness sono:

“Ero sempre stanca, senza energie, non facevo che lamentarmi e oggi dopo tre mesi posso dire che cambiare è possibile, non mi sarei mai immaginata di non poter fare a meno di venirmi ad allenare!”

Oppure

“Giravo per tutte le palestre della zona ma mi sembrava che nessuno riusciva a capirmi, nessuno mi ha chiesto cosa volevo realmente e qui ho trovato una guida che mi ha fatto ritornare a fidarmi delle persone.”

E ancora:

“Avevo una fame nervosa ho provato decine di diete ma ogni volta che sgarravo non facevo che sentirmi in colpa. Qui invece  ho capito che la dieta è uno stile di vita e se si compie uno sbaglio ogni tanto non bisogna farsene un problema,  anzi si devono accogliere le sensazioni negative e andare avanti;”

Ed in ultimo:

“Ero sempre stressata, nervosa, a lavoro non sopportavo più nessuno, a casa mi trascinavo le emozioni negative del lavoro, litigavo continuamente con mio marito e ora grazie alla meditazione ho ritrovato un senso di pace che mi aiuta con dei piccoli obiettivi giornalieri a guadagnare uno stato di calma.”

L’unico effetto collaterale della ricetta è diventare dipendenti!!!!!!!!!!

Dove mi alleno…

Quali sono le caratteristiche che non possono mai mancare in un centro fitness se hai appena deciso di iniziare ad allenarti?

Ci rivolgiamo proprio a te che hai superato il periodo delle feste con un leggero senso di colpa per aver mangiato troppo e adesso sei li che cerchi il rimedio migliore per tornare subito in forma affidandoti alla prima palestra che trovi nei dintorni perché tanto basterà fare solo un po’ di movimento, o magari andrai alla ricerca del miglior corso aerobico perché sei convinto che saltellando brucerai un sacco di calorie.

Se hai deciso di iniziare ad allenarti e stai per scegliere in quale centro iscriverti per quest’anno, segui questi 3 consigli pratici che dovrai osservare quando visiterai  un centro wellness e non rimarrai deluso:

  • Assicurati che nel centro ci sia qualcuno che ti accolga svolgendo un’analisi dettagliata dei tuoi bisogni più profondi e su quelli più urgenti, che venga fuori la tua visione soggettiva del problema, che entri subito in empatia con i tuoi atteggiamenti e con le tue esigenze, che non ti parli continuamente del centro e di quello che offre, del più rivoluzionario corso di cardio-fitness che ti farà diventare una modella, ma piuttosto che si soffermi sulle conseguenze negative che il tuo bisogno ti sta creando, prospettandoti come ritrovare la motivazione, cambiare lo stile di vita, sentire le energie e vivere migliorando la qualità del tuo tempo. Solo questo infatti ti farà lavorare sulla costanza, imparerai a non rimandare l’appuntamento per raggiungere l’equilibrio psico-fisico e eviterai inutili distrazioni, rimanendo focalizzata sull’obiettivo;
  • Assicurati di avere una guida, un Coach, ovvero la figura che ti affiancherà per costruire un’alleanza che ti porterà a riscoprire te stesso e i tuoi bisogni, a ritrovare l’autostima, a non sentirti inadeguato perché magari è la prima volta che entri in una palestra, a costruire una relazione di fiducia e protezione che silenzierà le tue paure, che ti insegni ad allenarti con un percorso educativo, dotandoti delle conoscenze e competenze di cui hai bisogno per capire qualcosa di più su quello che stai facendo; è importantissimo che tu conosca e diventi un esperto nel campo e non che tu subisca un allenamento passivo.
  • Assicurati che i tuoi risultati vengano monitorati nel tempo; allenarsi senza sapere se stiamo migliorando non serve a nulla o ancora peggio ti farà perdere la motivazione, tornerai al punto iniziale sentendoti rassegnato o disperato e abbandonerai questa nuova sana abitudine. L’importanza di un monitoraggio scientifico sta nel toccare con mano i risultati, motivarsi ancor di più, iniziare a vedere le cose da un altro punto di vista, iniziare a sfidare se stessi, ragionare su un obiettivo a lungo termine, sentirsi consapevoli di potercela finalmente fare.

Se il centro che stai visitando non ha queste caratteristiche tra un mese starai di nuovo sul divano di casa a lamentarti perché non hai ancora trovato la soluzione.

Attivati subito a trovare il centro giusto e se non vuoi perdere ancora altro tempo vieni subito a trovarci in Medical Fitness dove io con i miei colleghi: Emilia, Federico, Renato,  ti aspettiamo per approfondire le tue esigenze ed  aiutarti a riprendere in mano le tue energie e il tuo tempo.

 

Perchè prevenire è meglio che curare? – Qualche consiglio su come iniziare il nuovo anno…

Perché prevenire è meglio che curare?

Ti sarà sicuramente capitato di leggere i giornali o guardare la tv e sentir trattare l’argomento, ma sempre più spesso veniamo informati di come si può curare un determinato stato di malessere; siamo bombardati di informazioni su rimedi per i dolori articolari, problemi intestinali, colon irritabile, stati di ansia e depressione e siamo sempre alla ricerca del miglior farmaco o medico che ci possa risolvere i nostri problemi.

E proprio oggi mi chiedevo: come mai nessuno ci bombarda sui miliardi di rimedi per fare la vera prevenzione?

Forse perché quando stiamo bene e non abbiamo disturbi la nostra attenzione non viene catturata? O forse perché nessuno ci comunica nel modo giusto, facendoci vedere le cose da un altro punto di vista.

Sai che ci sono ricerche scientifiche che dimostrano che la qualità della nostra vita dipende solo per il 10% da eventi che non possiamo prevedere: il restante 90% è diviso a metà tra DNA e le nostre abitudini di vita.

Allo stesso tempo sappiamo che, pur non potendo modificare il nostro codice genetico, il nostro stile di vita ci consente di silenziare i geni cattivi e accendere quelli buoni, intervenendo sull’espressione genetica: è quello che in gergo viene definito EPIGENETICA.

Quindi sì, hai capito bene, per il 90% la qualità della vita dipende solo ed unicamente dalle nostre scelte ed è proprio quando stiamo bene che dovremmo adottare abitudini sane per evitare di ritrovarci disperati a trovare informazioni su come risolvere i nostri malesseri.

Spero che con queste pillole sia aumentata un po’ la tua sensibilità al tema della prevenzione, ci vediamo nel prossimo video dove ti spiegherò quali sono le abitudini che possono modificare le modalità con cui i nostri geni si esprimono!!

Come iniziare l’anno nuovo!

Ciao amici! Un buon 2019 a tutti voI!!

Spero abbiate trascorso un capodanno piacevole. Oggi siamo qui per darti qualche consiglio su come iniziare il nuovo anno alla grande!

Se anche tu ti stai chiedendo come faccio ad avere un anno migliore del precedente, a lamentarmi di meno, ad avere più successo e più soddisfazioni, a non avere rimorsi o rimpianti, a non sentirmi in colpa per non riuscire a cambiare stile di vita, in poche parole a non vivere più al di sotto delle proprie potenzialità, è arrivato il momento adottare 3 nuovi comportamenti chiave che ti renderanno più performante sotto tanti aspetti e ti consentiranno di attivare i meccanismi EPIGENETICI.

  • Allenamento fisico: Lo so, starai pensando che avrai bisogno di tanto tempo e di tanto sudore per poter iniziare questo programma ma se mi seguirai scoprirai che imparare ad allenarsi non solo diventerà un’abitudine di cui non potrai fare a meno in soli 3 mesi ma che sarà un piacere dedicare un’ora al giorno alla cura del tuo corpo e della tua salute fisica, avrai più energie, vedrai diminuire i tuoi disturbi e inconsapevolmente starai prevenendo una serie di patologie a livello metabolico, osteoarticolare, mentale e cardiovascolare!

Certo all’inizio dovrai mettercela tutta, quando stacchi dall’ufficio devi avere la forza di dire: adesso vado in palestra e dedico un’ora alla mia salute ma ti prometto che l’unica rinuncia che devi fare è quella di buttarti sul divano non appena rientri a casa!

E non saranno i risultati che speri che ti daranno la motivazione a modificare il tuo stile di vita sedentario in stile di vita attivo ma solo la tua forza di volontà, la consapevolezza che inserire questo rituale nella tua quotidianità sarà un’abitudine che ti permetterà di guadagnare salute.

  • Nutrizione funzionale: La parola dieta che deriva dal greco “diaita” vuol dire “modo di vivere”, perché si, la dieta è uno stile di vita.

E’ possibile migliorare il proprio stato di salute semplicemente seguendo una dieta ben equilibrata che contenga tutti gli elementi di cui il nostro corpo ha bisogno, macronutrienti (carboidrati lipidi e proteine) e micronutrienti (vitamine, sali minerali e acqua).

Lo scopo di una nutrizione funzionale è proprio quello di fornirti un piano alimentare personalizzato, ottenuto in base al risultato di un’attenta valutazione nutrizionale e metabolica, con il quale imparerai a gestire il tuo comportamento alimentare diventando autonomo nelle scelte senza essere schiavo di una lista di alimenti vietati e concessi, così da mantenere nel tempo i risultati ottenuti.

Prova ad immaginare ai quintali di cibo che mangiamo nel corso di una vita, come potrebbe non essere importante un’alimentazione curata per migliorare la qualità della nostra vita?

  • Relax e meditazione: Quante volte hai la sensazione di perdere il controllo, senti che vorresti prendere un’altra direzione nella vita ma rimani imprigionato nella tua quotidianità, vorresti cambiare stile di vita ma non hai le chiavi per cambiare rotta, pensi di essere semplicemente sfortunato, che sia tutta colpa di un destino avverso: oggi sono qui per informarti che non è colpa del destino e che il successo e la felicità non sono una questione di fortuna ma dipendono solo dalla gestione della tua mente e dei tuoi pensieri e se mi seguirai ti insegnerò ad allenare il tuo cervello come tutti gli altri muscoli affinché tu raggiunga uno stato di benessere interiore. E’ vero, nella società di oggi siamo tutti stanchi e super stressati, pertanto il primo cambiamento che devi fare è garantirti un buon riposo, dormire bene e più a lungo ti permette infatti di recuperare le giuste energie per affrontare la giornata; e questo diventa tanto più semplice quanto più imparerai ad inserire nelle tue abitudini quotidiane le tecniche di rilassamento e meditazione.

E non dimenticare che se non riesci ad iniziare da solo in Medical Fitness trovi sempre l’Aiuto e le Alleanze di cui hai bisogno per iniziare a costruire il tuo progetto di salute.

Come trovare l’equilibrio psico-fisico e migliorare la qualità della vita

Percepisci qualcosa che non va nel tuo stato di salute attuale?

Ti capita di interpretarlo come un qualcosa di normale, o magari di adattarti, perché tutti ti dicono che un periodo così così è naturale. E se invece ti focalizzassi su cosa puoi migliorare, evitare o potenziare e ti connettessi di più con il tuo corpo e la tua mente?

Sappiamo che è difficile trovare subito la tua RISPOSTA ed ecco perché oggi siamo qui a svelarti quali sono le 4 abitudini vincenti per raggiungere il perfetto equilibrio psico-fisico:

1) Allenamento fisico

2) Nutrizione funzionale

3) Integrazione naturale

4) Meditazione

Ma ne abbiamo aggiunta una quinta, che in realtà le collega tutte: l’alleanza con le persone giuste

Prova a mettere insieme le iniziali di ogni abitudine cosa viene fuori…  ANIMA!!

Come migliorare la qualità della vita

Ci sono tante cose che non conosci sugli ingredienti per vivere una vita sana e in salute e ce ne sono altre che conosci ma non hai la motivazione che ti spinge a superare l’inerzia iniziale per metterle in pratica.

Ti dimostreremo che ci sono almeno 6 cose che non conosci sullo stile di vita o su cui hai diverse opinioni:

1) c’è una grande differenza tra attività fisica e allenamento.

Perché?  L’attività fisica è assolutamente generica, mentre l’allenamento corrisponde ad un programma mirato e personalizzato che consente un risultato efficace e duraturo.

2) Esistono solo 3 tipi di allenamento al mondo.

Sì, hai sentito bene, puoi allenare forza, resistenza e flessibilità, ed è necessario esercitarli tutti per raggiungere il vero benessere fisico.

3) Nessuna dieta è efficace se non è bilanciata con un allenamento fisico che lavora sul miglioramento del metabolismo e con delle soluzioni che aiutano ad integrare le carenze alimentari.

4) L’equilibrio psichico incide fortemente sulla qualità della vita, prova a pensare a quanto incidono lo stress e l’umore  sull’andamento della tua giornata.

5) Con un allenamento fisico mirato è possibile riportare le tue funzionalità da uno stato subottimale ad uno stato ottimale, quindi allenandoti puoi evitare una serie di disturbi per i quali negli ultimi hanno magari sei diventato schiavi dei farmaci.

6) L’ambiente in cui vivi e le scelte che fai  hanno un’influenza suo tuo DNA è infatti scientificamente dimostrato che con una costante applicazione pratica di comportamenti salutari puoi risvegliare dei geni e silenziare quelli “cattivi”.

Cambiare stile di vita si può!

Ti senti fuori forma? Hai uno stile di vita sedentario e non sai come uscirne?

Ti spiegheremo chi sono le persone che non riescono a cambiare stile di vita.

Le persone e gli stili di vita

Ci sono i rassegnati, quelli che non ci provano neanche perché hanno la sfortuna di avere quel carattere, si definiscono pigri e pensano che sia troppo tardi per cambiare abitudini o che non ce la faranno mai perché ritengono di non essere costanti nel tempo.

E poi ci sono gli insoddisfatti, disperati e frustrati perché le hanno provate tutte, hanno provato decine di diete, hanno comprato un tapis roulant che negli ultimi mesi è rimasto a prendere polvere, trascorrono il loro tempo libero cercando su internet o in tutte le farmacie della zona i rimedi per eliminare i disturbi relativi al gonfiore addominale, ai sintomi di diabete, ipertensione, mal di schiena e dolori articolari.

Cosa può fare la differenza e determinare un cambiamento nella tua vita.

Quale è la differenza tra chi riesce a cambiare stile di vita e chi rimane incastrato nella rassegnazione o disperazione. No, non si tratta di fortuna, di carattere o di casualità, ma di una cosa ben diversa che si chiama MOTIVAZIONE!

Si ma che cos’è e soprattutto come fare per ritrovarla?

Innanzitutto la motivazione non è altro che una forza, ossia qualsiasi causa capace di modificare lo stato di quiete o di moto di un corpo, quindi indica una causa che determina un cambiamento ed emerge solo quando inizi a capire che non fare nulla sarà più spiacevole che fare qualcosa per cambiare la situazione attuale.

Quindi se pensi che sia arrivato il momento di cambiare e non ne puoi più di essere perennemente insoddisfatto segui questi semplici passaggi:

  • Mantieni la calma e la pazienza e non prefiggerti obiettivi irraggiungibili: farlo ti farà perdere subito la motivazione e la costanza.
  • Non puntare a risultati immediati ma a rituali giornalieri di sui ti ho parlato la scorsa settimana, magari scegli l’ora in cui ripetere sempre la stessa azione o la giornata fissa da dedicare alla nuova abitudine che stai inserendo nella tua quotidianità; aspettarti un risultato immediato ti farà abbandonare presto la tua nuova abitudine, quindi non aspettarti nulla ma cerca di trovare piacere in quello che stai facendo.
  • Circondati delle persone giuste: se frequenti continuamente amici che come te si lamentano per i loro disturbi e ti ripetono che è troppo tardi per cambiare stile di vita ti lascerai influenzare dalle loro opinioni: inizia a frequentare qualche parente o amica che vada regolarmente in palestra, in bici, che ama fare passeggiate al mattino o dedicarsi a rituali di benessere, partecipa a eventi sul territorio che trattano argomenti riguardanti la salute, le abitudini per uno stile di vita sano, etc

Se NON FAI queste cose con costanza non riuscirai a modificare le abitudini per migliorare nettamente il tuo equilibrio psico-fisico.

Seguici sulla nostra pagina facebook, nuovi contenuti e aggiornamenti ti aspettano…