Piera, la donna a pera: il biotipo ginoide

Quante volte ti sei chiesta come mai tendi ad accumulare il peso sulla parte bassa del corpo?

Ti è capitato infatti di notare con un’amica che pur avendo lo stesso peso corporeo avete due fisicità completamente differenti.

Negli articoli precedenti abbiamo parlato di biotipo, abbiamo capito che è importante capire che, specialmente in caso di sovrappeso e obesità,  è importante conoscere la propria conformazione fisica poiché il biotipo influenza la distribuzione del grasso corporeo e quindi avere questa consapevolezza può essere molto utile in termini di SALUTE.

Oggi parliamo del biotipo ginoide, o comunemente definito “a pera”, una conformazione diffusa soprattutto tra le donne poiché influenzata dagli ormoni femminili. Il biotipo ginoide tende ad accumulare centimetri nella parte inferiore della cintura: fianchi, glutei, cosce, parte dell’ addome sotto l’ ombelico.

Quello che si nota solitamente non è solo l’effetto estetico ma l’impatto sulla salute: problemi di circolazione, capillari fragili, ristagni venosi e linfatici e soprattutto cellulite!

Ma nonostante questo continuiamo a lavorare 8 ore al giorno seduta in ufficio o magari in cattedra a scuola, rientriamo a casa e iniziamo a spizzicare qua e là qualche carboidrato e poi ci lamentiamo che il nostro metabolismo è lento e di conseguenza abbiamo difficoltà a bruciare il grasso. Se si continua a non fare nulla per cambiare il proprio stile di vita si rischia anche di andare incontro a problematiche osteoarticolari o legate alla circolazione linfatica!

E’ vero, spesso succede che il flusso ormonale è tale che il metabolismo risulta rallentato in special modo nella prima fase della giornata; la mattina si trova difficoltà a dare un impulso alle attività, i ritmi sono blandi, e l’efficacia sul piano lavorativo è scarsa ma la buona notizia è che tutto questo non è irreversibile o scritto nel dna senza possibilità di cambiare e seguendo un protocollo scientifico misurato e controllato da equipe medica multidisciplinare è possibile trovare l’occasione di trasformare i propri punti deboli in una grande opportunità: quella di cambiare stile di vita e guadagnare salute!

La storia di Piera (useremo un nome di fantasia) è comune a quella di tante altre donne e magari proprio alla tua!

Piera è arrivata in Medical Fitness 8 mesi fa: un’insegnante di 47 anni, curata, affascinante ma con un grande problema: quello di non poter indossare un pantalone da qualche anno!

Indossa tutti i giorni delle lunghe gonne a campana per nascondere i centimetri di troppo accumulati su fianchi e glutei, delle calze nere per celare le caviglie gonfie…ma quello che proprio le ha fatto scattare qualcosa nella sua mente e prenotare una consulenza gratuita è stato il sentirsi improvvisamente sentirsi più vecchia della sua età anagrafica!

Piera non si era mai avvicinata ad una palestra perché pensava di potersi sentire inadeguata a partecipare a corsi dove andare a tempo o fare allenamenti massacranti ma aveva già approcciato altri professionisti del settore che le avevano consigliato diete restrittive che non le avevano fatto perdere peso dove sperava, e cioè sulla parte bassa del corpo: aveva anche comprato tante creme drenanti per stimolare la circolazione ma tranne qualche sollievo al mattino continuava ad indossare quelle lunghe gonne per non sentire i suoi allievi chiamarla “Piera, la prof a pera”!

Durante la consulenza con la Wellness Coach Roberta Piera è venuta a conoscenza del Programma Medical Personal Fitness, un programma di allenamento fisico personalizzato prescritto da personale medico, integrato con terme, alimentazione e meditazione: “Anche se un po’ titubante decisi di fidarmi: non potevo fallire e il fatto che il mio percorso venisse seguito in maniera scientifica e con il supporto di medici dello sport mi rassicurava sul fatto che avrei potuto non solo ottenere risultati ma anche guadagnare salute, così ho deciso di aderire al programma Elite di 3 mesi”.

Durante check up epigenetico la Dottoressa Federica, insieme a Roberta, spiegò a Piera che avrebbe dovuto iniziare fare esercizi a basso impatto che sarebbero serviti a stimolare la circolazione: quindi niente lunghe sessioni di corsa o  esercizi troppo gravosi per le gambe, con troppi saltelli ma esercizi guidati,  dal basso verso l’alto del corpo, partendo da gambe e glutei fino ad arrivare a spalle e braccia, evitando di alzare troppo la frequenza cardiaca e di peggiorare lo stato della cellulite attraverso un’eccessiva produzione di acido lattico. Le venne anche consigliato di prendere l’abitudine, uscita da scuola, di fare camminate curando molto bene la postura in modo da facilitare il ritorno venoso e stimolare la capillarizzazione e di finire le sessioni di allenamento restando per 10 minuti a gambe sollevate e 20 minuti in Spa alternando Percorso Kneipp a piscina termale .

Anche Valentina, Biologa Nutrizionista del Medical fitness, non le rilasciò un foglio con una dieta incomprensibile e restrittiva ma indagò sulla sua storia e sul vero motivo che l’aveva portata lì e le spiegò che il primo passo da fare era non sentirsi sfortunata e non giudicarsi: le consigliò di iniziare a sostituire qualche cattiva abitudine, come quella di limitare l’assunzione di carboidrati semplici e grassi saturi, in quanto aumentano la resistenza all’insulina, e di preferire carboidrati a basso indice glicemico.

“Dopo tre mesi i parametri sul mio metabolismo erano nettamente migliorati,ero passata da “Forte sedentarietà” A “Normo attiva” e non era solo Roberta a dirmelo ma lo notavo dalle maggiori energie che avevo al mattino: avevo imparato che la cura del corpo è strettamente correlata al benessere globale di una persona: non solo attività fisica ma cura della mente e sana alimentazione, tutto possibile grazie all’affiancamento di Roberta che mi ha permesso di guadagnare costanza e determinazione!”

Dopo tre mesi Piera ha aderito al Programma Elite di 12 mesi e ha integrato con il suo programma anche delle sedute di Mindfulness che le stanno permettendo gradualmente di ridurre il livello di stress e dei trattamenti Beauty Bodyshock localizzati sui fianchi per favorire il drenaggio sulle parti del corpo dove aveva l’obiettivo di ridurre i centimetri e oggi ha ottenuto -3 cm sui fianchi e una riduzione dello stadio della cellulite.

Se stai leggendo questo articolo aspettando l’occasione giusta per trasformare la tua vita ripeti la formula: CAMBIARE – SENTIRE – VIVERE: è arrivato per te il momento di alzarti e ritrovare la motivazione, smettere di lamentarti e di ritenerti sfortunata e cambiare semplicemente stile di vita per vivere bene il più a lungo possibile; Medical Personal Fitness Terme Pompeo aiuta le persone pigre, demotivate e insoddisfatte del proprio benessere psico-fisico a cambiare stile di vita per vivere al massimo della vitalità il più a lungo possibile attraverso 4 abitudini vincenti: allenamento fisico, nutrizione funzionale, integrazione naturale e tecniche di relax e meditazione.

Medico dello sport e wellness coach professionisti ti affiancheranno in un percorso educativo volto a cambiare le tue abitudini, guadagnare salute e ottenere evidenze scientifiche in termini di miglioramento della qualità della vita

Il Programma Medical Personal Fitness ti fornisce in 12 mesi le chiavi per determinare il tuo successo e per guadagnare la salute ottimale: se dopo 30 giorni non sarai soddisfatto perché non abbiamo trovato il giusto modo di stimolare in te la voglia di cambiare o se avrai capito che la trasformazione che vogliamo farti vivere non  fa per te, ti restituiremo tutto l’importo speso, fino all’ultimo centesimo!

Devi solo seguire alla lettera i nostri consigli.

Se anche tu pensi che sia arrivato il tuo momento non aspettare più, scegli di allenarti al cambiamento, prenota il tuo triplice piano di allenamento a soli 45 euro anzichè 139 e ricevi in omaggio 2 settimane di programma!

Clicca il pulsante in basso per tutti i dettagli!

Un’estate a maniche lunghe…

Tendi ad accumulare peso nella parte superiore del corpo?

In questo articolo scoprirai cos’è un Biotipo e perché hai bisogno di un triplice allenamento per contrastare il sovrappeso localizzato.

Scopriamo innanzitutto cosa si intende per Biotipo: con questo termine si fa riferimento alla costituzione e alla morfologia corporea, alla psiche annessa, all’assetto ormonale, a come questi fattori siano influenzati dall’ambiente, da fattori ereditari, dal cibo e dallo Stress.

Il biotipo influenza la distribuzione del grasso corporeo e quindi avere la consapevolezza di sapere a quale biotipo nutrizionale si appartiene può essere molto utile in termini di SALUTE.

Se hai notato che il peso tende proprio ad accumularsi nella cavità addominale e nella parte superiore della cintura, braccia, addome, sottomento, viso, molto probabilmente il tuo è il biotipo androide , o comunemente definito “a mela”.

Alzi la mano chi tra di voi, con l’arrivo del caldo, indossa maglie a maniche lunghe e foulard per nascondere braccia e collo, o chi già da adolescente durante l’ora di educazione fisica a scuola era costretta ad usare quegli odiosi reggiseni a fascia e maglioni extra large per non sentirsi in imbarazzo!

Ci rivolgiamo proprio a te, che magari adesso, superati i 40 anni, inizi ad essere più sensibile al tema della salute: hai sentito dire che il biotipo androide è soggetto a patologie cardiovascolari e respiratorie, è generalmente facile preda dello stress, è mentalmente iperattivo, e la causa è legata alla costante produzione di cortisolo, un ormone che porta alla continua ricerca degli zuccheri.

Anche la nostra cliente Giovanna, barista di 50 anni, pensava di essere stata sfortunata ad accumulare tutto il peso sulla parte superiore del corpo, soprattutto dopo anni di tentativi durante i quali si era rivolta a decine di nutrizionisti che non solo non le avevano fatto ottenere risultati ma l’avevano riempita di pilloline magiche che con il tempo le hanno provocato diverse conseguenze sull’esofago.
Dopo due anni di cura da un Internista, Giovanna, disperata per i tentativi inutili o addirittura dannosi per perdere peso, era alla ricerca di soluzioni naturali per ottenere dei benefici per il suo corpo e per la sua salute e si accosta per la prima volta a Terme Pompeo prenotando un ciclo di fango-balneoterapia per prevenire i dolori articolari di cui soffriva ogni inverno. Terminati i 12 giorni di cura Giovanna viene a trovarci al Medical Fitness e decide di prenotare una consulenza gratuita con la Wellness Coach Roberta, spinta da una nuova motivazione a cambiare stile di vita.

“Parlando con Roberta mi sono resa conto che stavolta dovevo farcela con le mie forze, non volevo più provare quella sensazione di disperazione che mi aveva attraversata dopo le innumerevoli visite mediche che avevo effettuato”.

Giovanna decise di prenotare il Check Up Epigenetico Integrato, per capire quali fossero i fattori che influenzavano il suo stato di salute e per iniziare un programma alimentare, di allenamento fisico e di rilassamento che si basava sulla sua espressione genetica: aderì subito al programma trimestrale, la Dottoressa Federica le consigliò di iniziare un programma di allenamento alternando l’acqua gym a 2 sedute di flessibilità per poi passare gradualmente ad intensificare con attività di resistenza e forza anche fuori dall’acqua per favorire l’aumento della massa magra. Le venne anche consigliato di allenarsi durante il picco di cortisolo quindi prima delle 14; la nutrizionista Valentina le consigliò invece un piano educativo di nutrizione funzionale per imparare un nuovo stile alimentare in linea con le sue esigenze e la sua conformazione fisica.

Dopo tre mesi Giovanna ha aderito al Programma Elite di 12 mesi e finalmente al bar tutti la guardano e le chiedono cosa sta facendo per avere quella luce in viso e quel sorriso; finalmente è giugno e per la prima volta Giovanna indossa abbigliamento estivo fiera del percorso che sta svolgendo.

Se stai leggendo questo articolo aspettando l’occasione giusta per trasformare la tua vita, è arrivato per te il momento di salutare per sempre la sensazione di frustrazione che ti ha accompagnato in questi anni; il nostro motto è

CAMBIARE-SENTIRE-VIVERE

quindi se sei insoddisfatto del tuo benessere psico-fisico puoi finalmente cambiare stile di vita per vivere al massimo della vitalità il più a lungo possibile attraverso 4 abitudini vincenti: allenamento fisico, nutrizione funzionale, integrazione naturale e tecniche di relax e meditazione.

Medico dello sport e wellness coach professionisti ti affiancheranno in un percorso educativo volto a cambiare le tue abitudini, guadagnare salute e ottenere evidenze scientifiche in termini di miglioramento della qualità della vita

Il Programma Medical Personal Fitness ti fornisce in 12 mesi le chiavi per determinare il tuo successo e per guadagnare la salute ottimale: se dopo 30 giorni non sarai soddisfatto perché non abbiamo trovato il giusto modo di stimolare in te la voglia di cambiare o se avrai capito che la trasformazione che vogliamo farti vivere non  fa per te, ti restituiremo tutto l’importo speso, fino all’ultimo centesimo!

Devi solo seguire alla lettera i nostri consigli.

Se anche tu pensi che sia arrivato il tuo momento non aspettare più, scegli di allenarti al cambiamento, prenota il tuo programma di due settimane con triplice piano a soli 45€ anziché 139€

Sudare NON fa dimagrire!!!

Hai fatto caso nella palestra che frequenti a quante persone corrono ore ed ore sul tapis roulant credendo che bruciare calorie li faccia diventare dei figurini?

Puntualmente dopo mesi li incontri senza vedere alcun cambiamento?

Sei sempre stato convinto che correre per ore e sudare faccia perdere peso e così quando decidi che è arrivato il momento di metterti a dieta sei alla ricerca del corso di Aerobica più rivoluzionario della Terra, inizi ad utilizzare il tapis roulant che avevi spostato in cantina o vai a camminare tutte le sere per bruciare grassi.

Ti facciamo i nostri complimenti perché hai capito che è arrivato il momento di fare qualcosa per rendere attivo il tuo stile di vita!

Ma se non segui un piano mirato e personalizzato di allenamento fisico rischi di annullare gli effetti del tuo allenamento! L’attività aerobica è necessaria perché migliora le capacità cardio polmonari e permette di bruciare le calorie in eccesso ma solo se bilanciata ad un’attività che lavori sulla forza, quindi ad un lavoro con i pesi!

Non pensare che questa attività ti faccia diventare mr. muscolo,  in realtà è l’unica attività che ti permette di accelerare il metabolismo, quindi aumentare la massa magra e di bruciare più calorie.

In questo articolo puoi leggere come svolgere un percorso mirato per perdere peso.

Prima di tutto dobbiamo rimuovere una credenza: “Se peso di più non sto dimagrendo”; nel 99% dei casi tendi a pensare che se hai svolto per giorni attività di forza e di resistenza, ti sei allenato 2 volte a settimana e vedi il peso sulla bilancia rimanere invariato allora non stai lavorando nel modo giusto, pensi che sia colpa della tua “conformazione fisica” e magari abbandoni subito l’allenamento intrapreso: NON FARE QUESTO ERRORE!

Se ti capita il caso che ti ho descritto non è colpa tua, è solo colpa del fatto che nessuno ti ha insegnato che per tornare in forma hai bisogno di lavorare sul metabolismo e per farlo devi sostituire la massa grassa con la massa magra, in poche parole il grasso con i muscoli, quindi se la bilancia segna l’aumento di peso non vuol dire che non stai lavorando nel modo giusto, stai soltanto fondando le basi e fortificando il tuo corpo per iniziare a bruciare più velocemente calorie, quindi anziché salire continuamente sulla bilancia approfondisci di più riguardo il tuo metabolismo, ad esempio monitorandolo con un apposito holter o esegui la composizione corporea e ti accorgerai di come stai lavorando bene.

Anche la nostra Giulia è arrivata al Medical Fitness chiedendo gli orari per frequentare i corsi aerobici: ci chiese quale era il nostro corso più brucia-calorie, quello che facesse sudare maggiormente per poter vedere velocemente scendere il peso sulla bilancia. Giulia è un’insegnante di 43 anni, ha sempre svolto corsi aerobici prima di avere i suoi splendidi bambini di 7 e 3 anni. Adesso che anche la bimba più piccola inizia ad andare all’asilo, Giulia ha più tempo da dedicare a se stessa e durante la consulenza con la Coach Sara si è subito resa conto che negli anni non era riuscita ad ottenere il peso che voleva perché aveva sempre svolto corsi strettamente aerobici, finendo per perdere muscolo anziché massa grassa.

La Dottoressa Federica le ha proposto subito di svolgere due sedute di allenamento a settimana per lavorare sulla forza e di prediligere gli allenamenti ad alta intensità e bassa frequenza, finendo le sessioni con 10 minuti di relax nell’area benessere ed inserendo ogni 3 settimane una seduta di In Trinity per lavorare sulla flessibilità e drenare.

Valentina, la biologa nutrizionista, le ha poi assegnato il piano di nutrizione funzionale e dopo tre mesi di allenamento mirato e di piano alimentare il peso è sceso di 2 kg sulla bilancia ma Giulia indossa una taglia in meno perché ha notevolmente migliorato il metabolismo e la composizione corporea.

Ciò che è risultato vincente nel caso di Giulia è stata la potenza del triplice piano di allenamento: fisico, alimentare e mentale!

Se adesso sei li che pensi che con te non funzionerà perche hai il metabolismo lento o le ossa grosse e che per veder scendere il peso devi smettere di mangiare, il programma Medical Personal Fitness non fa per te.

Se invece sei disposto a metterti in gioco, a fidarti di professionisti esperti, a credere che i risultati che vuoi ottenere puoi raggiungerli solo se vengono monitorati e guidati da personale scientifico esperto e che non vuoi solo l’effetto estetico ma desideri ottenere risultati guadagnando salute, il Programma è quello giusto per te.

Cambia le tue credenze, senti le tue energie, vivi una nuova esperienza di benessere. La salute è una tua responsabilità.

Prenota la tua consulenza e il triplice piano con check-up nutrizionale a soli 45€ anziché 139€, riceverai 2 settimane di programma in omaggio!

Sovrappeso e Obesità – La storia di Mario…

Ti è capitato di ritrovarti a 30 anni in sovrappeso e di aver capito di essere obeso solo quando il medico te le ha ufficializzato?

Molto spesso sovrappeso e obesità vengono considerate situazioni ambivalenti, chiariamo che essere in sovrappeso non significa essere obesi!

Questi due termini, che nel linguaggio comune sono spesso usati come sinonimi e in maniera ambivalente, in realtà nella terminologia medica corrispondono ad uno stato molto specifico e soprattutto misurabile. Esistono inoltre diversi gradi di obesità e comprendere al meglio il livello di gravità in cui si manifesta questa patologia può facilitare la scelta dell’approccio terapeutico più efficace.

Il primo parametro di riferimento per classificare un paziente è sicuramente il calcolo del BMI, indice di massa corporea, che rappresenta l’unità di misura con cui oggi si classifica il peso di una persona, e si calcola dividendo il peso in chili per la statura in metri elevata al quadrato. Un soggetto può dirsi normopeso se il suo BMI si attesta su valori compresi fra 18,5 e 24,9, in sovrappeso se il suo indice di massa corporea è fra i 25 e i 29,9. Il paziente viene classificato fra gli obesi quando il suo BMI supera il valore di 30, mentre un indice di massa corporea che supera il valore di 40 è associato ad una obesità patologica che consente di prendere in considerazione la strada della chirurgia bariatrica.

Fino ad oggi hai avuto uno stile di vita scorretto, un’alimentazione errata, ipercalorica e non equilibrata oltre ad un ridotto dispendio energetico a causa dell’inattività fisica. Ma non ti sei mai preoccupato perché in famiglia non sei né il primo né l’ultimo ad avere disturbi legati al sovrappeso: è stata negli anni un’abitudine quella di mangiare tanto e con tanto condimento, di non amare lo sport. D’altronde è da ragazzino che già alle elementari ti prendevano in giro per essere il “ragazzo paffutello” della classe ma oggi che sei magari un imprenditore, un avvocato, un dirigente affermato senti di esserti preso una ricompensa fin quando il tuo amico medico ti dice: sei obeso, devi assolutamente perdere 20 kg!

Perché è successo tutto questo?

Il peso corporeo rappresenta l’espressione tangibile del “bilancio energetico” tra entrate e uscite caloriche. L’energia è introdotta con gli alimenti ed è utilizzata dal corpo sia durante il riposo (per mantenere in funzione i suoi organi, quali cervello, polmoni, cuore, ecc.), sia durante l’attività fisica (per far funzionare i muscoli).Se s’introduce più energia di quanta se ne consuma (bilancio positivo), l’eccesso si accumula nel corpo sotto forma di grasso, determinando così un aumento di peso. Se invece s’introduce meno energia di quanta se ne consuma (bilancio negativo), il corpo utilizza le sue riserve di grasso per far fronte alle richieste energetiche.

E’ dunque evidente come sovrappeso e obesità siano delle condizioni ampiamente prevenibili semplicemente mettendo in atto alcuni comportamenti a cui tutte le persone, anche quelle normopeso, dovrebbero prestare attenzione e quali le cattive abitudini che, se uniti da altri fattori, sono in grado di facilitare l’insorgenza di questa patologia.

Mangiare meno o mangiare meglio?
Ogni obeso ha, o ha avuto, un’alimentazione ipercalorica e un bilancio energetico positivo perpetuato per molto tempo. Per poter perdere peso è necessario posizionare sul negativo l’ago della bilancia energetica. Pertanto la dieta rimane un pilastro del trattamento del sovrappeso e dell’obesità. Lo schema dietetico prevede una ristrutturazione qualitativa e quantitativa dell’alimentazione. La dieta deve essere concepita come il “farmaco” in grado di risolvere il problema acuto dell’obesità, un po’ come se fosse l’antibiotico necessario a curare da una brutta tracheite. Oltre a questo, la dieta ha un ruolo terapeutico, in quanto mira a modificare stabilmente le abitudini e gli stili di vita che permettano di mantenere il nuovo peso ed evitare successive ricadute. L’obesità, infatti, è una condizione cronica e non si può pensare di risolvere il problema con un periodo limitato di dieta ipocalorica ma piuttosto è necessaria una permanente modifica dello stile di vita.

LA STORIA DI MARIO…

Anche Mario (useremo un nome di fantasia), dirigente di 45 anni, sposato e con 2 splendidi bambini, è arrivato in Medical Fitness dopo che il suo medico gli aveva dato per la prima volta la consapevolezza di essere obeso: nonostante Mario sapeva di essere in sovrappeso, non aveva mai tentato di fare nulla fin quando è stato messo davanti alla realtà; la paura di dare un cattivo esempio ai suoi figli l’ha spinto a desiderare un cambio netto di stile di vita, e decise così di prenotare una consulenza nutrizionale in Medical fitness.

Aveva sentito parlare del programma proprio nell’azienda in cui lavora grazie ad una partnership per il Welfare aziendale: dopo la consulenza con Valentina, biologa nutrizionista del programma Medical Personal Fitness, Mario capì che se lo voleva fino in fondo poteva cambiare: Valentina diede a Marco una serie di “regole settimanali” che non sembravano così tanto sacrificanti ma che gli davano invece la serenità di iniziare un programma per migliorare la sua salute. In soli 3 mesi di programma per la prima volta ebbe la percezione di aver sradicato quelle abitudini errate che facevano parte del suo stile di vita sostituendole con un sano allenamento fisico dove alternava 3 allenamenti settimanali (2 lezione di resistenza, 1 seduta forza) gli avevano permesso di accelerare metabolismo e di perdere i primi 5 kili.

Dopo un anno di programma Mario ha perso 20 kili ed è finalmente felice che essere additato come il “ciccione” della classe rimanga un ricordo del passato.

Se anche tu come Mario vuoi dare una svolta alla tua vita e dimostrare che se ti metti in mente di cambiare stile di vita puoi farcelo con le tue forze e di essere di esempio per i tuoi figli e la tua famiglia.

Medico dello sport e wellness coach sono i professionisti ti affiancheranno in un percorso educativo volto a cambiare le tue abitudini, guadagnare salute e ottenere evidenze scientifiche in termini di miglioramento della qualità della vita.

Come?

Con il triplice allenamento: fisico, alimentare e mentale supervisionato da un team medico multidisciplinare

Il Programma Medical Personal Fitness ti fornisce in 12 mesi le chiavi per determinare il tuo successo e per guadagnare la salute ottimale: se dopo 30 giorni non sarai soddisfatto perché non abbiamo trovato il giusto modo di stimolare in te la voglia di cambiare o se avrai capito che la trasformazione che vogliamo farti vivere non  fa per te, ti restituiremo tutto l’importo speso, fino all’ultimo centesimo. Devi solo seguire alla lettera i nostri consigli.

Se anche tu pensi che sia arrivato il tuo momento non aspettare più, scegli di allenarti al cambiamento, PRENOTA il tuo programma settimanale con triplice piano a SOLI 45€ anziché  139€

CLICCA QUI PER PRENOTARE!

Sedentarietà ed effetti sul cervello – Medical Personal Fitness Terme Pompeo

Trascorri tutto il giorno seduta a lavoro ed hai sempre la scusa di non avere tempo per andare in palestra e dedicarti alla cura del tuo corpo?

Sicuramente sarai già informatissima di tutti i rischi che può comportare una vita sedentaria, te ne sei già accorta dal senso di stanchezza, dal senso di pesantezza sulle gambe…

Ma sapevi che la sedentarietà ha effetti negativi anche sul cervello?

La scienza spiega che la vita sedentaria danneggia la memoria, diminuendo il volume cerebrale. E che il modo per proteggerci dalla degenerazione è fare attività fisica.

Lo rivela un importante studio condotto dalla UCLA e pubblicato sulla rivista scientifica Plos One.

Lo studio mostra che stare seduti troppo a lungo può comportare un possibile danneggiamento di una parte del cervello connessa con la memoria ed il conseguente rischio di compromettere la capacità cognitiva.

Quindi se volete mantenere ancora a lungo una buona capacità di memoria e un cervello lucido e attivo il segreto è proprio iniziare ad allenarsi!

Scienza e medicina hanno sempre ammonito sui pericoli derivanti da una vita tropo sedentaria, raccontando i rischi per la salute connessi allo stare troppo sul divano. Ora la ricerca americana aggiunge un altro importante tassello: i danni al cervello.

I ricercatori hanno studiato la salute del cervello di 35 persone tra i 45 e i 75 anni. I partecipanti hanno risposto a domande sulle loro attività fisiche e lo stile di vita; a questa prima fase è seguita la scansione tramite risonanza magnetica del lobo temporale mediale, l’area preposta alla formazione di nuovi ricordi.

È così stato possibile identificare i collegamenti fra il movimento e il volume del cervello. E capire che chi passa tanto tempo seduto (da 3 a 7 ore in media) ha più probabilità di avere un volume più ridotto dei lobi temporali mediali.

Questo della UCLA è uno studio importante, a cui gli accademici californiani stanno dando seguito per capire quali sono i legami causa-effetto del caso e per trovare terapie contro la degenerazione cerebrale.

Di fatto la ricerca non dimostra che essere pigri sia la causa della diminuzione di volume del cervello. Ma è un indizio che rafforza la teoria secondo cui praticare sport con regolarità sia una scelta necessaria per condurre una vita sana ed equilibrata, anche a livello cognitivo.

LA SOLUZIONE?

Se adesso sei li in ufficio a mangiare un panino nella tua pausa pranzo o se sei sul divano a guardare la tv questo è un buon momento per alzarti in piedi ed iniziare a seguire 3 semplici regole:

  • 10 mila passi quotidiani: corrispondono a 20-30 minuti al giorno di camminata moderata.
  • 2 ore al giorno di movimento fisico, contando anche i tempi delle pause lavorative: se non si riesce a correre o andare in bici, aiuta molto anche lo stare semplicemente in piedi;
  • Trovare un equilibrionella giornata lavorativa: i lavori sedentari dovrebbero essere organizzati regolarmente con momenti di lavoro in piedi, grazie all’uso di banchi stand o brevi pause attive in piedi.

Il Ministero della salute ha dichiarato che la vita sedentaria è una condizione predisponente, insieme ad una cattiva alimentazione di importanti patologie, quali:

  • diabete di tipo 2
  • disturbi cardiocircolatori (infarto, miocardico, ictus, insufficienza cardiaca)
  • insufficienza venosa
  • sovrappeso e obesità
  • osteoporosi, artrite
  • ipertensione arteriosa
  • aumento dei livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue
  • alcuni tumori.

Ma so che non ti basta leggere questo per alzarti dal divano e iniziare a modificare le tue abitudini quotidiane… Se ti dicessi che passare dalla sedentarietà ad uno stile di vita attivo ti farà ritrovare la giusta concentrazione a lavoro, ti farà evitare tanti stati di ansia e nervosismo, tanti disturbi legati al gonfiore addominale, ritenzione idrica e mal di testa?

Non ti piacerebbe non lamentarti mai più per la stanchezza, dolori articolari e aumento di peso?

Se stai leggendo questo articolo aspettando l’occasione giusta per trasformare la tua vita ripeti la formula:

CAMBIARE – SENTIRE – VIVERE

E’ arrivato per te il momento di alzarti e ritrovare la motivazione, smettere di sentirti in colpa e frustrarti e cambiare semplicemente stile di vita per vivere bene il più a lungo possibile;

Medical Personal Fitness Terme Pompeo aiuta le persone pigre, demotivate e insoddisfatte del proprio benessere psico-fisico a cambiare stile di vita per vivere al massimo della vitalità il più a lungo possibile attraverso 4 abitudini vincenti: allenamento fisico, nutrizione funzionale, integrazione naturale e tecniche di relax e meditazione.

Medico dello sport e wellness coach professionisti ti affiancheranno in un percorso educativo volto a cambiare le tue abitudini, guadagnare salute e ottenere evidenze scientifiche in termini di miglioramento della qualità della vita

Il Programma Medical Personal Fitness ti fornisce in soli 3 mesi le chiavi per determinare il tuo successo e per guadagnare la salute ottimale: se dopo 30 giorni non sarai soddisfatto perché non abbiamo trovato il giusto modo di stimolare in te la voglia di cambiare o se avrai capito che la trasformazione che vogliamo farti vivere non  fa per te, ti restituiremo tutto l’importo speso, fino all’ultimo centesimo!

Devi solo seguire alla lettera i nostri consigli.

Se anche tu pensi che sia arrivato il tuo momento non aspettare più, scegli di allenarti al cambiamento, prenota la consulenza gratuita!!!

Insonnia: come rilassarsi?

Un’alimentazione impeccabile, un allenamento fisico mirato e perfino il tempo per la meditazione e il rilassamento fisico e mentale rappresentano abitudini d’oro per favorire il riposo notturno. Ebbene si, l’insonnia si cura anche e soprattutto tramite uno stile di vita sano e salutare ma travolti come siamo da mille impegni quotidiani tendiamo a sottovalutare gli effetti positivi di un buon sonno, non solo per il benessere della mente ma anche per la salute stessa del nostro corpo…

E allora cosa fare per garantire un buon riposo?

Leggi le 5 regole d’oro per superare l’insonnia:

1. Evita qualsiasi sostanza stimolante dopo la metà della giornata, cura l’alimentazione e non esagerare a cena con i carboidrati.

2. Non andare a letto tardi: spesso succede che hai paura di non dormire bene e quindi tendi a rimandare il momento dell’andare a letto, ma purtroppo così facendo hai perso il momento più efficace per addormentarti, ti stendi, non riesci a rilassarti, hai un incredibile senso di smania alla gambe e non fai che rigirarti nel letto.

3. Controlla lo stress giornaliero e goditi un relax pomeridiano: anche 10 minuti in cui stacchi completamente la spina, ad esempio bevi una tisana o ascolta una musica rilassante con gli occhi chiusi, possono diventare indispensabili per recuperare l’energia!

4. Dopo cena rilassati – la meditazione può rappresentare un buon metodo per rilassarsi prima di andare a letto: 10 minuti di concentrazione ad occhi chiusi, controllando la respirazione, scaricando le tensioni e lo stress della giornata e riportando l’attenzione al tuo corpo, favorisce il rilassamento muscolare e mentale, il battito cardiaco si abbassa e il tuo corpo si prepara al riposo.

5. Pratica attività fisica al mattino o in ogni caso entro le 16 del pomeriggio per evitare un innalzamento dell’adrenalina e una stimolazione del sistema nervoso; se il tuo stile di vita non ti permette di allenarti in questa fascia oraria allora prediligi attività a basso impatto o di rilassamento come il Mindfullness o il Pilates.

Un programma di allenamento fisico, mirato e nelle giuste proporzioni permette all’organismo di liberare endorfine, favorendo una maggiore ossigenazione dei tessuti
Che aspetti a tornare in forma e a liberarti dall’insonnia?

Prenota la tua consulenza gratuita, Roberta ti aspetta per costruire il tuo progetto di salute con 4 nuove abitudini vincenti.

Donne e Metabolismo – Esercizi per la pancia piatta

Sara, la nostra Fitness Specialist in Medical Fitness Terme Pompeo, ci elenca alcune delle richieste più frequenti che ci fanno tutte le nostre clienti:

“Vorrei fare un po’ di addominali per togliere la pancia!”

Oppure

“Mi alleno solo con il tappeto perché sudo e dimagrisco!”

Nella maggior parte delle persone, specialmente superati i 40 anni, il grasso tende ad accumularsi sulla zona addominale; se veramente vogliamo fare qualcosa per avere la tanto desiderata pancia piatta, fare ore ed ore di addominali o esclusivamente di lavoro sul tappeto,  è assolutamente inutile.

Il motivo è legato al fatto che quasi sicuramente siamo in presenza di un metabolismo con uno scostamento negativo e quindi rallentato. Il metodo ideale da seguire è lavorare in maniera combinata con attività di forza, per l’incremento della massa muscolare e, attività di resistenza,  con un lavoro cardio che vada a stimolare i substrati energetici e quindi a bruciare i grassi. Questo è l’unico modo che abbiamo per andare a stimolare il metabolismo di base, poiché è solo l’incremento del muscolo che favorisce l’innalzamento del metabolismo rendendo più efficace anche l’attività di resistenza.

Esercizi per la pancia piatta

Come abbiamo detto in una programmazione ottimale per ottenere una pancia piatta, vale la regola della combinazione, cioè si deve prevedere un allenamento settimanale per l’incremento della massa muscolare e un altro per incrementare la resistenza.

Esercizi consigliati:

  1. Gli affondi sono ideali per allenare le gambe e per la stimolazione dei glutei,  prevedono un movimento multiarticolare, motoriamente stimolante!
  2. I mountain climber sono esercizi a corpo libero utili per bruciare calorie e migliorare la resistenza. Non solo fanno uso di tutti i gruppi muscolari principali del corpo, ma sono anche semplici e rapidi. Se eseguiti ad alto ritmo, sono efficaci anche come forma di allenamento cardiovascolare!
  3. Il Jumping Jack ha il vantaggio di coinvolgere una lunga serie di muscoli tra cui: polpacci, femorali, quadricipiti, glutei, addominali, deltoidi, dorsali e tutti gli intercostali; per sua natura è ottimo per migliorare la coordinazione motoria, anche se si è dei neofiti, richiede infatti la capacità di ritmizzare arti superiori e inferiori partendo da un ritmo blando, per poi aumentare gradualmente fino ad ottenere uno degli esercizi cardiovascolari più intensi in assoluto!

 

 

Come inizio ad allenarmi? Allenamento vs attività fisica

Come inizio ad allenarmi?

Quante volte ti sarà capitato di iscriverti in un centro fitness e di essere stato buttato in sala pesi o magari in un corso di cardiofitness dove non riuscivi a seguire i movimenti del trainer, hai avuto la sensazione di sentirti inadeguata e fuori luogo, oltretutto sei tornata a casa piena di dolori alla schiena  e non ti è piaciuto il modo in cui ti sei sentita osservata?

Affrontare per la prima volta l’ambiente della palestra, può rappresentare un’esperienza imbarazzante. Può capitare di avvertire disagio perché ci si vede troppo fuori forma, confrontandosi con persone che hanno già da tempo intrapreso un percorso di allenamento.

Chiunque inizi ad allenarsi, sa che le insidie possono essere numerose: la difficoltà a mantenersi costanti nel tempo, il sentirsi egoista nel concedersi del tempo per sé stessi, la difficoltà a reperire il tempo utile da dedicare all’allenamento tra i mille impegni quotidiani, la pigrizia, la mancanza di una solida motivazione. Ma c’è una ragione quasi sempre trascurata, che tiene lontane le persone dalla palestra e dall’opportunità di avere una salute migliore e un miglior rapporto con sé stessi, soprattutto in un momento storico in cui, grazie ai social, prevalgono figure che poco hanno a che vedere con il benessere e molto con la sovraesposizione dell’ego: si tratta dell’ansia sociale o della semplice difficoltà a vincere la timidezza che, per alcuni, è un ostacolo insormontabile.

Iniziare con un percorso individuale è la situazione che può permetterti di superare tutto ciò: a noi di Medical Fitness piace parlare di affiancamento, di una guida che passo passo, per un mese intero, ti segue con un percorso individuale a superare le tue paure verso un programma di allenamento fisico, a renderti ben informato e istruito su quale sia il percorso wellness più giusto per te lavorando sulla tua motivazione, a misurare i tuoi risultati e lavorare sulla tua costanza, ad applicare la prescrizione medica affinché tu possa guadagnare la vera salute.

Allenamento vs attività fisica

L’allenamento fisico è una della 4 abitudini vincenti del programma Medical Personal Fitness. I benefici di una regolare attività fisica sono molteplici e non solo fisici ma anche emotivi e psicologici.

Innanzi tutto partiamo tra una distinzione fondamentale tra attività fisica e allenamento: nel primo caso parliamo infatti di un’attività generica, casuale e non programmata; nel secondo parliamo invece di un PROGRAMMA EDUCATIVO di allenamento, mirato, personalizzato e programmato in base alle tue caratteristiche ed esigenze psico-fisiche. Un programma di allenamento fisico mirato riporterà le tue funzionalità da uno stato subottimale ad uno stato ottimale.

Esistono tre elementi che si possono allenare:

  1. FORZA
  2. RESISTENZA
  3. FLESSIBILITÀ

E’ da questi tre elementi che puoi potenziare la tua salute attraverso l’allenamento fisico ed è monitorando questi elementi che puoi renderti conto di quanti risultato stai ottenendo.

Migliorando la qualità dei tuoi movimenti puoi migliorare la qualità della tua vita!

Dimagrire usando la testa

CHE COS’E’ LA DIETA?

Da sempre il termine “dieta” è stato associato a regimi alimentari dimagranti, tipicamente ipocalorici e restrittivi, per cui la “dieta” è sempre stata intesa come privazione e sacrificio necessari per poter raggiungere il peso forma.

Al contrario la parola dieta che deriva dal greco “diaita” vuol dire “modo di vivere”, perché si, la dieta è uno stile di vita, che oltre ad abbinarsi ad abitudini alimentari corrette include l’attività fisica.

Non esiste una dieta preconfezionata, che sia uguale per tutti e sia valida in tutte le situazioni: la variabilità individuale è determinata molteplici fattori come età, sesso e attività lavorativa ma anche dalle caratteristiche costituzionali che influiscono sul nostro organismo e sul nostro metabolismo.

La dieta è dunque “AD PERSONAM”.

La dieta ideale però non è solo quella che soddisfa il nostro fabbisogno energetico, ma è anche quella che appaga i nostri sensi, che non stravolge completamente le nostre abitudini alimentari, è quella che non si limita ad essere fatta di calcoli sterili, di percentuali e calorie giornaliere, ma deve soddisfare i gusti di ciascuno di noi preservando tradizione convivialità e stagionalità.

DIMAGRIRE CON LA TESTA

La lotta con i chilogrammi di troppo affligge e condiziona sempre più persone, che risultano essere disposte a tutto pur di perdere peso e di farlo in fretta.  Chi è sovrappeso raramente intraprende un unico percorso di dimagrimento che si rivelerà risolutivo, ma si perde in svariati tentativi di dieta, che portano a risultati parziali e non duraturi. Questo nella maggior parte dei casi non solo non comporta una corretta perdita dei chili di troppo, ma al contrario provoca continue oscillazioni di peso, note come “effetto yo-yo”. Molto spesso questo si verifica perché ci si affida a diete “fai da te” che oltre ad essere infruttuose possono essere addirittura dannose.

Decidere di mettersi a dieta vuol dire prendersi cura di sé e per perdere peso servono tempo e costanza, per cui dimagrire è possibile ma bisogna farlo cominciando dalla testa.

Ricordate che: nessuna dieta funziona se il cervello non collabora! E allora come possiamo dimagrire usando la testa?  Ecco alcuni punti chiave:

La dieta deve essere intesa come uno “stile di vita”. La prima cosa da capire e fare propria è che la dieta non ci lascerà mai ma semplicemente nel tempo diventerà uno stile di vita che ci permetterà una volta aver perso il grasso in eccesso di concederci qualche piccolo peccato di gola in più.

La dieta che funziona è quella che si riesce a fare.  Oggigiorno, la nutrizione personalizzata ci permette di cucire idealmente addosso a ciascuno di noi una dieta che sia sostenibile, accettabile e concordata in modo tale da garantirci la possibilità di poter intraprendere e sostenere al meglio un percorso di dimagrimento.

La bilancia non è tutto. Lo ripeto sempre ai miei pazienti: il peso è solo un numero! pertanto è inutile concentrarsi sulla bilancia e scoraggiarsi se almeno all’apparenza non risponde alla dieta. Questo può verificarsi perché non necessariamente la riduzione del grasso corporeo, correla con la velocità dei chilogrammi persi. Questo non accade ad esempio se la persona pratica sport e incrementa positivamente la sua massa muscolare o se la persona è disidratata e inizialmente deve colmare un deficit di liquidi corporei. E’ importante affidarsi ad altri strumenti di valutazione a partire dal più semplice centimetro da sarto fino ad arrivare all’ utilizzo di metodologie all’avanguardia che permettono lo studio della composizione corporea.

La dieta deve tener conto del piacere. Bisogna tenere in considerazione gli aspetti psicologici del rapporto con il cibo, che per tutti noi è piacere. Una dieta affinché sia efficace ed abbia successo deve preservare il piacere per cui il punto fondamentale è: “se me lo concedo posso rinunciarvi”. Se mi astengo fortemente da un qualcosa che mi crea piacere, come il cibo, non farò altro che aumentare il desiderio verso di esso; al contrario se mi concedo dei piccoli momenti di piacere anche quando sono a dieta, come mangiare un gelato oppure bere una birra, riuscirò piano piano a rinunciarvi senza fatica.

In ogni dieta deve esserci un pasto libero. Il pasto libero è funzionale al corpo, evitando flessioni del metabolismo, e alla mente, concedendo una “boccata d’aria” alla dieta.

Individuare gli alimenti “scatenanti”. Ci sono alimenti ai quali, alcuni di noi, non riescono a resistere e sono i cosiddetti alimenti “scatenanti”. Sono cibi che creano dipendenza e possono generare compulsione: un pacco di biscotti aperto, una tavoletta di cioccolata potrebbero scatenare abbuffate. Pertanto se un alimento viene riconosciuto dalla persona come scatenante, deve essere almeno all’inizio eliminato dall’ alimentazione per non “cadere in tentazione” e rafforzare la propria volontà.

Le scivolate si perdonano. Se cediamo ad una tentazione, perdoniamoci e andiamo avanti!

Dieta e attività fisica, un legame imprescindibile. Per poter perdere peso è necessario aumentare il dispendio energetico, ma i benefici di una costante attività fisica vanno ben oltre il mero consumo calorico. L’esercizio fisico è la nostra medicina naturale, un farmaco a basso costo che ci permette di migliorare la qualità della nostra vita poiché è in grado di migliorare il tono dell’umore agendo sull’ aumento dei livelli di serotonina dopamina e noradrenalina, aumentando la memoria a lungo termine, favorendo la genesi di nuove cellule nervose e prevenendo l’ invecchiamento cerebrale.

In conclusione, il segreto è solo uno: cambiare stile di vita!

Fitness Tradizionale vs Medical Fitness

Per quale motivo nasce il Medical Fitness?

Medical Fitness nasce per aiutare tutte le persone demotivate, pigre, insoddisfatte del proprio stato di benessere psico-fisico a cambiare stile vita e mantenerlo nel tempo, affinché possano vivere bene il più a lungo possibile grazie ad una migliore qualità della vita.

Le nostre 4 abitudini: allenamento fisico, nutrizione funzionale, tecniche di relax e meditazione e integrazione naturale!!

Ma quale è il primo  ingrediente magico della nostra ricetta? LA PRESCRIZIONE MEDICA!!

Spesso pensiamo che non serva un medico per sapere come allenarsi o quali abitudini inserire nella quotidianità, ma in realtà non è così!

Quali sono le peculiarità del Medical Fitness Terme Pompeo.

La prescrizione dello stile di vita come farmaco è una grande rivoluzione sia per i soggetti patologici che finalmente hanno la possibilità di curarsi anche tramite uno stile di vita salutare, sia per i soggetti in buono stato di salute, in termini di prevenzione e di potenziamento della stato attuale, con lo scopo di ottenere un miglioramento significativo della qualità della vita.

In Medical Fitness Terme Pompeo ci prendiamo cura della tua salute attraverso:

  1. Un metodo scientifico, fatto di misurazioni che ti consentono di toccare con mano i risultati;
  2. Una relazione continua che puoi costruire con tutto il team di wellness coach che ti affiancheranno e ti prenderanno per mano in questo percorso, affinché tu possa lavorare sulla motivazione, determinazione e costanza.

Anziché continuare a condurre uno stile di vita sedentario o a svolgere attività fisica generica, oggi hai finalmente l’occasione di scegliere un percorso educativo per cambiare il tuo stile di vita con più salute e meno errori nel tuo allenamento.

Oggi possiamo finalmente avere l’occasione di scegliere l’unico allenamento con controllo medico del DNA, di scoprire quali abitudini ci consentono di accendere i geni buoni e silenziare quelli cattivi, di avere una guida che ci accompagni mano per mano in questo percorso di cambiamento.