Quanto tempo occorre per creare una nuova abitudine e poter dire “sono cambiato”?

Quanto tempo occorre per creare una nuova abitudine e poter dire “sono cambiato”?

Ti è capitato di avere paura di non farcela, di non avere abbastanza fiducia in te stesso per affrontare un cambiamento, di essere rimasto focalizzato su quello che non volevamo diventare piuttosto che su cosa vogliamo veramente ottenere?

Se conosci esattamente il tuo obiettivo non ti resta che credere in te stesso!

Phillippa Lally, una ricercatrice di Psicologia della salute presso l’University College di Londra, nel 2009 ha pubblicato sull’European Journal of Social Psychology, uno studio riguardo le abitudini di 96 persone in un periodo di 12 settimane; ogni persona nel test ha scelto di inserire una nuova abitudine nella sua giornata ad esempio bere una bottiglia d’acqua a pranzo, correre 15 minuti prima di cena…

Terminato il periodo di 3 mesi il team di ricerca ha analizzato i dati per capire quanto tempo impiegava effettivamente ogni persona a trasformare quel comportamento in abitudine e quale è stato il risultato?

Un periodo di 66 giorni in media!

Ovvero dopo una media di 66 giorni il comportamento non richiedeva più una pianificazione ma era diventato AUTOMATICO. Il modo in cui un comportamento si trasforma in abitudine è costituito da 3 fasi:

FASE 1: START UP

Questa è la fase della sostituzione! Già QUALCHE SETTIMANA FA TI ABBIAMO SPIEGATO CHE è IMPOSSIBILE cancellare improvvisamente le abitudini sbagliate e che quindi conviene sostituirle, in questa fase la motivazione è alta e i risultati non tardano ad arrivare.

FASE 2: RESISTENZA

Questa è la fase più critica: non hai ancora abbandonato del tutto la vecchia abitudine e la nuova è lontana dall’essere diventata un comportamento automatico. C’è un grandissimo rischio di ricadere nelle vecchie abitudini e ritornare nella condizione di rassegnazione o frustrazione. La motivazione rischia di svanire perché i risultati diventano più difficili da raggiungere. E’ il momento in cui fare le seguenti cose:

  • Ricordarti della vera e profonda ragione per cui fai questo.
  • Circondarti di persone con cui creare alleanze.
  • Non fare dei salti, ma punta a dei rituali che ti permettano di lavorare un passo alla volta, gratificandoti per ogni piccolo risultato.

FASE 3: STABILIZZAZIONE

Il nuovo schema diventa più forte e si consolida nelle tue connessioni neurali. Devi sempre “ricordarti di farlo”, ma ogni tanto ti accorgi che la cosa sta diventando più automatica, un po’ come lavarti i denti dopo mangiato o metterti le scarpe prima di uscire di casa.

Una scoperta della ricerca che ti stupirà è che non devi importi a tutti i costi di non commettere errori o di sentirti in colpa per uno sbaglio: infatti  “gli errori nell’eseguire il comportamento che ci si era prefissati non incide sensibilmente sul processo di formazione delle abitudini.”
In altre parole, non importa se sbagli durante il processo di cambiamento o creazione dell’abitudine. Costruire abitudini migliori non è un processo facile e gli errori son da mettere in conto.

Quindi il segreto è non giudicarti, non colpevolizzarti ma accogli i sentimenti che hai in quel momento e vai avanti ricordandoti della ragione per cui stai affrontando questo cambiamento.

Se vuoi un valido supporto per realizzare il tuo cambiamento, sostituire abitudini errate con abitudini vincenti, migliorare il tuo stile di vita e vivere bene il più a lungo possibile ti aspettiamo in Medical Fitness per una consulenza gratuita dove insieme costruiremo il tuo progetto di salute, mostrandoti come metterlo in pratica e come mantenerlo nel tempo!!